"Rosencrantz e Guildenstern sono morti" è un'assurda tragicommedia esistenziale di Tom Stoppard, messa in scena per la prima volta all'Edinburgh Fringe Festival nel 1966. L'opera reinventa le gesta di due personaggi minori dell'Amleto di Shakespeare, i cortigiani Rosencrantz e Guildenstern. L'azione dello spettacolo di Stoppard si svolge principalmente "nelle pieghe" della notissima opera shakesperiana,

Vittime del dovere è un dramma in un atto scritto nel 1953 dal drammaturgo franco-romeno Eugène Ionesco. Si tratta di  un lavoro degli inizi che non ha ricevuto la notorietà delle sue altre opere. Il testo è nello stile del Teatro dell’assurdo, di cui Ionesco è stato un pioniere.